A cura di Fabio, email:            c4@registrostoricocicli.com

STORIA

C4 è nata nel febbraio del 1986 per realizzare e costruire con le fibre di carbonio, i progetti di Marco Bonfanti, motore e fondatore dell’azienda.

I primi pezzi realizzati furono telai e forcelle da corsa. Per realizzare ciò, da sempre C4 utilizza un proprio sistema di stampaggio delle strutture in carbonio, che a denominato NJC (No Joint Construction), che consente la realizzazione di strutture cave stampate senza giunzioni.

L’esordio dei telai C4 nelle competizioni ciclistiche, avvenne nel Maggio del 1987, la squadra corse Bianchi partecipò alle tappe a cronometro del Giro d’ Italia equipaggiata con telai e forcelle progettati e costruiti da C4.

Questi telai furono un’anteprima mondiale per alcune particolari caratteristiche quali, costruzione interamente monoscocca in carbonio senza giunzioni, telaio senza tubo sella, reggisella regolabile che consentiva con tre uniche taglie di telaio di coprire tutte le misure, forcella anteriore monoscocca in carbonio.

Alla Fiera del Ciclo di Milano nell’Ottobre 87 le prime ruote a razze al mondo, progettate e costruite da C4, facevano bella mostra in una bicicletta presentata da un noto costruttore italiano in collaborazione con una casa automobilistica.

Dello stesso anno sono anche le prime MTB, Marte, Terra e Luna, tutte caratterizzate dall’assenza del piantone.

Alla fiera di Colonia 1992 veniva presentato un innovativo telaio con quadrilatero anteriore monoscocca in carbonio e tubi posteriori in alluminio incollati direttamente in stampata,  tecnica questa che C4 utilizza per tutti gli incollaggi sui telai dal 1989.

Alla Fiera di Milano 1993 veniva presentata da C4 una nuova bicicletta, il modello 47.61 prima bici da corsa ad alte prestazioni che utilizzando una progettazione specifica dell’insieme consente di coprire tutte le taglie del ciclista dalla misura  47 alla misura 61.

Nell’anno 1994 C4 è sponsor di un primario team di corridori professionisti, il team Polti con tra gli altri, Gianni Bugno e Ivan Gotti. A seguito di questa esperienza nasce e viene presentato alla fiera di Colonia del 1996 il telaio CLASS, il primo al mondo ad infrangere il chilogrammo di peso reale per un telaio di produzione.

In seguito arriveranno i telai, Magik, CRONO, CLASS 99 (evoluzione del CLASS, serie sterzo integrata e tubi di maggiore sezione) la EGO in taglia unica (prodotta in seguito anche per Wilier, in tre taglie, con il nome di Karbon2) la CLASS SR, ultima evoluzione della CLASS nella forma tradizionale e la Vyrus, prima bici prodotta in serie, con reggisella integrato e geometria slooping.

In fine la CLASS SR Integral, telaio CLASS SR ma con reggisella integrato, viene fornito, come per la Vyrus e l’evoluzione della CRONO, con il carbonio a vista.

Lo stesso tipo di finitura verrà proposto anche per i telai che C4 produrrà per la Wilier, e che sul mercato verranno proposti con il nome di Karbon2 DeLuxe.

Le prestazioni degli oggetti che C4 produce, sono per Marco Bonfanti, titolare e progettista di C4, il primario obiettivo.

Ulteriori approfondimenti per quanto riguarda la filosofia C4 e alcuni curiosità al seguente link

“Cercare di conoscere il perché delle cose m’ha sempre profondamente affascinato. Se conosci il perché puoi andare oltre, se non ci vai è perché non lo conoscevi. Bianco o nero. On-off.”

Marco Bonfanti

 

Modello Anno N° Telaio Proprietario Scheda
47.61 1993 ASSENTE A.C. Scheda 010
Class 99 1998 129802467 Fabio Dri Scheda 011
AirOne 1998 498R23.9 Fried jacob Scheda 012
Magik 1998 6/9802180 Fabio Dri Scheda 013
47.61 2001 ASSENTE Fabio Dri Scheda 014

Link alla Pagina Facebook

Link al Gruppo Facebook

Link alla Pagina Instagram

seguici_su_facebook_logo

I contenuti di queste pagine non possono essere copiati, duplicati, distribuiti, venduti o altre similari a scopo commerciale senza il nostro consenso. La violazione della normativa sul diritto d’autore determina reati perseguibili a norma di legge. ©