Eventi

MOSTRA DI BICICLETTE D’EPOCA Bianchi da CORSA
sabato 23 settembre aprirà la mostra di biciclette d’epoca (fino al pomeriggio di domenica 24). Quest’anno l’interesse de La Francescana si soffermerá sulla storia della bici da corsa di marca Bianchi. Una collezione di bici Bianchi di proprietà di collezionisti privati ripercorrerra’ la storia di questa importantissima azienda italiana partendo dalla famosa Bianchi M del 1924, il mod. Folgore, la Parigi-Roubaix, il mod. Tour de France, il mod. Campione del mondo, il mod. Reparto corse e tante altre bici da corsa Bianchi, appartenute anche a campioni del passato, per la prima volta riunite in una mostra a tema.

La Francescana, Ciclostorica dell’Umbria, XI tappa del Giro d’Italia d’Epoca, ti aspetta il 23-24 settembre 2017

————————————————————————————————————————

 

 

————————————————————————————

————————————————————————————————————————

———————————————————————————
FOCUS SUGLI EVENTI A PONTE A EMA E FIRENZE- IN ATTESA DEL GIRO D’ITALIA

Tutte le info su : https://www.biciclettami.it/

——————————————————————–

 

—————————————————————–

———————————————————————

14633202_554912781375504_2482771029313199838_o11217987_554912584708857_5466750972859317078_o 14542357_554912594708856_5725147176628717364_o  14707782_554912598042189_5899949184022973899_o

———————————————————————

711ca8bdbe83f18310296e3f19a7e9982f1cc367

——————————————————————–

14423616_10202170475901381_1922857417_o14324680_1297295430303871_7235248646346282683_o

—————————————————————-

Ad aprire il circuito cicloturistico delle belle bici e della bella gente sara’ l’Estensina ciclobacchettata ferrarese il 3-4 Settembre 2016

L'estensina

Tutte le info potete trovarle tramite mail :

marcellofogagnolo@alice.it

lucadolorati@virgilio.it

Contattato telefonico :  Marcello 3932016277 –  Luca 3343217023

oppure attraverso la nostra pagina Facebook 

———————————————————————

RSC mostra scambio Imola

——————————————————————

Ciclostorica: ” LA VISCONTEA”
9 -10 Luglio 2016 – Belgioioso (Pv)
circuito Ciclostoriche di Lombardia
vi aspettiamo numerosi !!!!
ritrovo al Castello di Belgioioso !!!

13603276_10206427641224889_588640377406989687_o

——————————————————————-

Il 26 giugno sui Colli di Coppi si corre la Ciclostorica. La ciclostorica promuove il cicloturismo “slow” e non competitivo, riesce in modo eccellente a coniugare la valorizzazione del territorio e la tutela del paesaggio riuscendo a ricucire lo strappo tra uomo e natura, permettendo di ritrovare il prezioso equilibrio psico-fisico e facendo apprezzare la bellezza di luoghi incontaminati e la qualità dei prodotti eno-gastronomici del territorio ,domenica sui colli di coppi si corre la ciclostorica.

12717506_918502418246106_2074004151991727525_n

————————————————————————————————————————

bicinfiera

L’edizione di giugno della Fiera Antiquaria si preannuncia straordinaria. Oltre ai consueti 300 banchi di espositori antiquari provenienti da ogni parte d’Italia e ai 40 artisti e artigiani che espongono in via Cavour e piazza della Badia, sono in programma una serie di iniziative collaterali legate al mondo del “ciclismo vintage” nell’ambito della manifestazione Bicinfiera. Al Prato, in continuità con l’area dei banchi, sarà organizzata una mostra scambio di biciclette d’epoca e di ricambi originali, mentre nell’atrio d’onore della Provincia, in via Ricasoli, spazio a una mostra fotografica sulla storia del ciclismo e ad alcune  bici d’epoca appartenute a veri campioni del pedale. Venerdì 3 giugno, dalle 18 appuntamento all’auditorium Aldo Ducci e dalle 21, presso il teatro comunale Pietro Aretino, spettacolo “Bicicletteide”. Il clou della kermesse sarà domenica 5, a partire dalle 9, con la prima edizione della cronoscalata per bici d’epoca “L’Ardita”, da San Polo all’Alpe di Poti, in pratica sullo stesso percorso sterrato che ha infiammato la recente tappa del Giro d’Italia per professionisti. Per saperne di più: www.bicinfiera.it.

———————————————–

 

Cosa è La Matta

Una pedalata con biciclette d’epoca per le strade della Valle d’Itria, in sella a bici con i pedali a gabbietta, i fili dei freni esterni al manubrio, con le leve del cambio sul telaio, indossando maglie vintage in lana a collo alto, originali o riprodotte da abili artigiani. Questi appassionati faticano certamente molto di più di chi sfreccia sui modelli più moderni, ma è uno sforzo che dà una impagabile soddisfazione.

Non essendo competitiva, La Matta permette, quindi, di potersi fermare e godere appieno della Valle d’Itria, scenari mozzafiato e natura incontaminata.

 La Matta per tradizione si svolge l’ultima domenica di Maggio, quando in Puglia il clima è quasi estivo ed i profumi che provengono dai boschi e dai campi riempiono non solo i polmoni dei Matti ma anche il loro cuore, lasciando un ricordo indelebile pedalata dopo pedalata. Due i percorsi al momento. Uno breve da 35km ed un lungo da 75km.

 La Matta è uno stile di vita. L’associazione «Ciclo Noci Vintage» viene fondata ufficialmente nel 2015, ma nasce ben prima la sua idea. Galeotte furono le pedalate sui colli del Chianti in Toscana, terra de L’Eroica, la madre di tutte le ciclostoriche. La Puglia è di una bellezza travolgente, con degli scenari che sembrano dipinti su tela. E quindi, perché non creare un percorso nella nostra terra?

 Ebbene «La Matta» è nata così, fra amici, pedalando e cercando le strade più belle della Valle d’Itria.

http://www.lamattavintage.com/#!ciclostorica-pugliese/dvils
13166030_643988195754249_6197858299367821450_n

——————————————————————————————————————–

1150163_1730994137137256_4157294574375030664_n

Anche quest’anno saranno presenti al via della Maremmana grandi campioni del ciclismo professionistico
come: -Roberto Poggiali (in foto, maglia blu della Salvarani) professionista dal 1963 al 1978;
-Giuseppe Walter Passuello (in foto, maglia bianca della Gis) professionista dal 1974 al 1987
-Enrico Grimani (in foto, maglia Magniflex si prepara a una crono a tre con Franco Ballerini e Daniele Asti) professionista dal 1986 al 1989;
-Marcello Bartalini (in foto, primo a sinistra vincitore dei Giochi Olimpici nella 100km a squadre) professionista dall’1988 al 1989; -Stefano Casagrande (in foto, Maglia arancione della Scrigno Gaerne, con i suoi fratelli Filippo e Francesco ) professionista dal 1990 al 1997.

———————————————————————————————–
Sabato 7 maggio Cittadella di Alessandria
1° Cicloraduno Nazionale di Biciclette MAINO
– ore 15,30 Registrazione dei partecipanti
– ore 16,30 Sfilata in Cittadella ed esposizione
– ore 17,00 Consegna ai partecipanti della maglia celebrativa dell’evento omaggio del giornale “Il Piccolo”
– ore 18,00 Premiazione
La giuria premierà le biciclette MAINO da uomo e da donna più antiche e l’abbigliamento storico più “originale”
MAINODAYa4
———————————————————————————————–
Eroica Primavera 2016: appuntamento a Buonconvento (SI)
domenica 1 Maggio
03-Eroica-primavera-2016-jpg
———————————————————————————————-
12980836_10209138017476670_865246590_o12970413_10209138024076835_539599979_o (1)La Leonessa
——————————————————————————————
è ufficialmente ….Pedalinstile  !!!

12495095_10209256689243939_329700868822133501_n

——————————————————————————————————————–

12832364_947786115298826_6243526550588960707_n
Tweed Ride Italia e Abruzzo Swing Dance Society
sono lieti di invitarVi al
T W E E D R I D E “S P R I N G E D I T I O N”
Domenica 10 Aprile 2016
PESCARA

Questa primavera il Tweed Ride Italia e l’Abruzzo Swing Dance Society tornano a farVi ballare e pedalare in una giornata che si prospetta indimenticabile!
Perché non festeggiare l’arrivo della Primavera in modo alternativo? All’insegna del vintage, della mobilità lenta e dal ritmo sincopato? Questo inizio Aprile vogliamo che la nostra allegra carovana di ciclisti stilosi e ballareni indomiti si faccia portatrice di valori altri e alti!

Per l’occasione riproporremo il secondo leggendario percorso che nel 2010 consacrò il Tweed in Italia, e che i primi mitici tweed riders di allora – e i primissimi “fuori porta” – ricordano ancora con affetto quando ci rivediamo a raduni ed eventi vari.

TWEED RIDE & SWING
Il Tweed&Swing “Spring Edition” Pescara sarà una festa di benvenuto per i nuovi e di bentornato per i vecchi amici; sarà una pedalata di stile; una danza itinerante a suon di swing; un modo diverso e divertente di accogliere la Primavera.

IL TWEED E’ ARTE
All’interno dell’evento stiamo organizzando una visita guidata presso il Museo Paparella. Per chi non lo sapesse il Museo è ospitato in una villa ottocentesca in stile eclettico sita nel cuore di Pescara, di fronte alla centralissima Piazza della Rinascita. Al suo interno è custodita la Collezione Paparella Treccia Devlet, frutto di 40 anni di ricerca e di studi del Professore Raffaele Paparella Treccia, che ha donato la collezione e la villa ad una fondazione intitolata a lui e a sua moglie Margherita Devlet.

APERITWEED
A metà percorso ci ritroveremo per un’aperitiva nella Pescara Vecchia di D’Annunzio e Flaiano e tra un ballo swing e quattro chiacchiere ritroveremo lo slancio per arrivare in dirittura finale al Parco di Villa Sabucchi per le premiazioni di rito e il picnic.

PICNIC
Il Tweed&Swing “Spring Edition” Pescara sarà una “scampagnata” all’inglese tra balli sfrenati, chiacchiere e birra e tea ovviamente! Una giornata per ricongiungersi alla Natura, su un bel prato verde, tra un plaid bicolore e un set da picnic. Momenti conviviali, torte rustiche e limonate fresche. Un momento di serenità, il tutto alla luce del mood Tweed&Swing che tanto ha avuto successo nelle passate collaborazioni.

CONTEST
La gara è aperta alle bici dal 1900 al 1990, da passeggio o da corsa anche nuove ma dall’estetica vintage, alla pedalata invece si può partecipare con ogni tipo di bici, il dress code per la competizione sarà di tipo Inglese ed Italiano anni 20-40 compreso abbigliamento vintage da corsa.

Premi
Best Dressed Lady
Best Dressed Gentleman
Best Bicycle
Best Moustache (gents-lady)

Dress code:
Graditi pantaloni alla zuava, bretelle, maglie e giacche sulle tonalità marrone e marroncino per gli uomini. Per le donne non crediamo di dover suggerire nulla! Sarete bravissime da sole! Tuttavia se avete ancora dubbi su come vestirvi, se partecipate per la prima volta, se siete semplicemente curiosi visitate l’apposita sezione per degli utili consigli su come avere un dress code total tweed!

————————————————————————————————————————-

12528710_10205826926098505_198310572_o12422236_10205826914058204_746813547_o12380525_10205826947739046_245184459_n

ELEGANTE
Basta una bicicletta che ricordi il passato, magari da passeggio, da abbinare ad un vestirario che ricordi lo stile di campagna o uno stile retro e poi sbizzarritevi con i particolari come farfallini, foulard, cappelli, bretelle baffi e occhiali!

LA CICLOSTORICA

il BONGUSTAIO – l’ETRUSCO – 100 MIGLIA
Necessaria una bicicletta realizzata precedentemente il 1987 con le leve del cambio sul tubo obliquo del telaio,  i pedali devono essere muniti di fermapiedi e cinghietti o, per le bici più vecchie, semplicemente come gli originali; non è ammesso alcun tipo di sgancio rapido; i fili dei freni e del cambio devono passare esterni al tubolare.

ABBIGLIAMENTO

  • Vi consigliamo, per aderire a pieno alla filosofia etrusca, di indossare abbigliamento d’epoca o d’ispirazione, ovvero maglie e calzoncini di lana, evitando contaminazioni visive di indumenti e accessori tecnici o moderni. Per questo ci riserviamo di non ammettere coloro che non accettrenno questa filosofia e indosseranno a vista materiale tecnico moderno.
  • Nel rispetto della filosofia e dello spirito di questo evento che vuole essere rievocativo, consigliamo a tutti i partecipanti di dare forte attenzione alla ricerca dei dettagli e degli accessori quali: borracce, scarpe, caschetti, calze, cappellini etc.
    L’unico accessorio moderno che non ci sentiamo di sconsigliare è il casco, che però può essere sostituito da un cashetto in pelle vintage, data la natura non agonistica della manifestazione.

————————————————————————————————————————-

 

La ” Classicissima D’ Epoca “

               Milano San Remo – km 284 – IV edizione 

12193681_10153642398815359_8437454514626023740_n12776883_843660602446177_150166368_o - Copia 12784687_843660455779525_980811765_n 12790122_843660859112818_5013740_o 12804102_843660672446170_1284491556_n 12804133_843660442446193_616166039_n 12809907_843660562446181_179549615_o 12810273_843660915779479_919392916_o 12823009_843660759112828_120402325_o 12837553_843660309112873_632684404_o
———————————————————————————————–

 

Vi aspettiamo tutti domenica 13 marzo in Piazza Benedetto Cairoli a Roma ore 9.00 per consegna pacchi gara, iscrizioni

12801263_940095296067908_8101628401744906690_n

Come mi vesto per un Tweed Ride? Non siate seri! Vi aspettiamo tutti domenica mattina dalle 9 in piazza dei Cairoli per il Tweed Ride “La Dolce Vita” Roma!!!!

http://www.tweedride.it/dress-code/

Rovistate nella soffitta, alla ricerca di abiti anni 20 e 40. Giocate e osate con la fantasia per creare il vostro personale dress code da tweedies!
TWEEDRIDE.IT|DI FERRUCCIO CIFERNI

————————————————————————————————————————-

Sabato 27 e domenica 28 Febbraio in mostra presso

“Le Porte Franche” di Erbusco (BS)… vi aspettiamo!

12778887_196770437353139_5299020430032432505_o

11951344_426138277582652_1090787787480020857_n

 

————————————————————————————————————————-

calendario 2016

————————————————————————————————————————-

…ufficialmente APERTE LE ISCRIZIONI a “PEDALINSTILE 2015

…vi ricordiamo che per iscriversi NON basta cliccare “parteciperò” sull’evento Facebook, ma bisogna farlo telefonicamente al
340.5360199 WALTER

Le ISCRIZIONI per esigenze organizzative saranno CHIUSE giovedì 22 ottobre 2015!

…venite a pedalare Vintage con Noi!!!! 😃

12096133_10206742286548149_1180051608999356442_n

————————————————————————————————————————

Ciclostorica: LA LACUSTRE    

lago d’Iseo) Domenica 18 ottobre 2015 – ore 9.30 – MARONE (BS)
Iscrizioni e info: www.lacustre.it

locandina LA LACUSTRE 2015_web
11951344_426138277582652_1090787787480020857_n
12036892_435994353263711_6630410072753238363_n

12042916_435994369930376_592025917150405491_n

 

————————————————————————————————————————-

 

tweed Roma

La Tweed Ride torna a Roma e diventa “La Dolce Vita”!

Questa annata 2015 che ormai volge al termine ci ha regalato ben cinque Tweed Ride! Ad ottobre – in attesa della chiusura con il primo Tweed Ride Saronno e la due giorni con Blitz Party 1943 a Pescara per Movember – la pedalata più stilosa d’Italia torna a Roma il 10 ottobre all’interno della Gran Fondo Campagnolo Roma.

Il Tweed Ride Italia torna a Roma dopo il bell’esordio del 2013 che portò per le strade della Capitale più di 200 pionieri del tweed e lo fa come apripista della Gran Fondo Roma. Il format ormai consolidato negli anni è sempre il solito. Ciclisti da tutta Italia si riuniranno nella splendida cornice delleTerme di Caracalla per condividere la naturale eleganza della bicicletta, una competizione stilosa riservata a mezzi e abiti, un contest aperto alle bici dal 1900 al 1990, da passeggio o da corsa anche nuove ma dall’estetica vintage. Il dress-code sarà di tipo Inglese ed Italiano dai primi del ’900 fino agli anni ’40, compreso abbigliamento vintage da corsa e con un particolare accento sull’era swing visti i molti lindy hoppersche avremo al seguito.

Partenza sabato 10 ottobre dal Village Gran Fondo per una pedalata che toccherà i luoghi più caratteristici dal punto di vista storico-artistico della Città Eterna. La Tweed Ride Roma da quest’anno è intitolato “La Dolce Vita”, per ricordare l’epoca d’oro del sogno italiano, ma anche come suggerimento a lasciare le quattro ruote e affezionarsi nuovamente ai velocipedi. Il Ride promette infatti, come sempre, sorrisi, mustacchi, cappellini, gilet e un pic nic sfizioso nell’area verde di Caracalle per ristorare i partecipanti.
A scandire il tempo della pedalata ci saranno piacevoli soste danzanti a suon di Swing. Al termine della pedalata ci sarà il tradizionale picnic all’inglese e le premiazioni del Best Dressed Lady, Best
Dressed Gentleman, Best Bicycle, Best Moustache eBest Cake con i premi offerti dai nostri
sponsor.

L’evento ha lo scopo di dimostrare che la bici è la vera alternativa urbana per quelle città che
desiderano essere sostenibili. E’ anche e soprattutto un momento di solidarietà infatti parte dei
ticket di iscrizione saranno devoluti in beneficenza alla Onlus A.G.O.P. per sostenere il loro
progetto “La casa dei colori”.

Main sponsor insieme a Paul Taylor anche Proraso Firenze eBibite Paoletti, solide realtà “vintage”
che ci sostengono con passione in tutti i nostri eventi.

Dress Code: Graditi pantaloni alla zuava, bretelle, maglie e giacche sulle tonalità marrone e
marroncino per gli uomini. Per le donne camice di seta, acconciature raccolte e gonne larghe e
comode in tweed o tartan.

Side Event: Per suggerimenti e dritte venerdì 9 ci sarà un party pre tweed ride presso i nostri amici di Na cosetta. Siete tutti invitati nel club per una serata all’insegna dei ruggenti Anni ‘20. Sulle note del jazz, dello swing e a ritmo del ragtime, con cocktail ispirati e food a tema, avremo l’occasione di entrare da subito nello spirito della tweed ride del giorno dopo e, volendo, di perfezionare l’outfit con l’accessorio mancante e/o di fare barba e capelli. 

Iscrizioni: Le iscrizioni sono aperte fino a venerdì alle 13 sul nostro sito alla pagina Booking

————————————————————————————————————————
” L’ Eroica  “
L’Eroica tutti oramai hanno letto qualcosa o ne hanno sentito parlare. Ma cos’è L’Eroica?
 “Dimenticatevi le performance sovrumane, i materiali di ultima generazione, gli additivi chimici. Sulle strade della Toscana, ecco una Manifestazione cicloturistica riservata alle biciclette d’epoca. Non una gara moderna ma la gioiosa celebrazione di una speciale giornata della memoria condita da pane e salame”.
L’Eroica, intesa come manifestazione, è un evento speciale, da ogni punto di vista, si svolge la prima domenica di ottobre e prevede – su 4 percorsi di diverso chilometraggio: 38 – 75 – 135 – 205 la partecipazione con bici anni ’80 o precedenti. Una gran bella festa tra vecchie biciclette da corsa tirate a lustro per l’occasione, vetuste magliette di lana colorate, ristori che offrono i migliori prodotti della cucina senese. Tanti i partecipanti, di molte nazioni, gente che ha voglia di divertirsi in bicicletta, cimentandosi con bici e cambi vecchio stampo, pedalando in compagnia senza agonismo,nell’ondulato paesaggio senese. Si percorrono colline e vallate nelle terre del Chianti e delle Crete senesi,
————————————————————————————————————————-
Prima festa del Museo Diffuso di Biciclette d’Epoca
DOMENICA 4 Ottobre – Cisterna d’Asti

MERCANDE (1) MERCANDE (2)

————————————————————————————————————————-

Dalla Gibo-storica edizione o le foto della corsa 

https://plus.google.com/u/0/photos/+AlessioBerti/albums/6199153714964770417

le foto della conferenza 

https://plus.google.com/u/0/photos/+AlessioBerti/albums/6199526875197018801

” La Gibostorica “

11938957_1045000568866693_223584782_n  11865029_1037928459573904_3104146288117354742_o11802509_1037928359573914_8048699965489505776_o

We are waiting in Trentino-Alto Adige, Valle di Cembra on 26 September 2015 together with Gilberto Simoni
————————————
Vi aspettiamo in Trentino-Alto Adige, Valle di Cembra 26 settembre 2015 in compagnia di Gilberto Simoni
————————————
INFORMATION AND REGISTRATION
www.lagibostorica.it
————————————
ACCOMODATION
www.visitpinecembra.it
+ 39 0461 683110 – fax +39 0461 683257 – infocembra@visitpinecembra.it

foto diego rizzoli

 

————————————————————————————————————————-

 

La Francescana vi aspetta a Foligno il 19/20 settembre non mancate !!!

11855390_10200924918763231_2136903875_ncanap

 

FOLIGNO 1889
I Canapè, glorioso velodromo e luogo di importanti raduni ciclistici
di Luca Radi
“Signor Giuseppe che piacere rivederla proprio qui ai Canapè”, dissi io allargando le
braccia commosso nel rivedere dopo tanto tempo l’amico Giuseppe Tardocchi che
passeggiava al Parco.
“Ciao Luca! Che fai da queste parti? Qui ormai vengono le persone anziane come me
a passeggiare e prendere un pò di fresco… tu cosa stai facendo?”
“Glielo dico… ma prometta di non prendermi in giro… Sto contando i sedili in cotto
che sono su questo lato del parco. Questa mattina mi sono alzato con questa idea e
con la voglia di scoprire qualcosa di questo luogo. Ma incontrando lei, capisco di
essere stato doppiamente fortunato; c’è un bellissimo sole che mi mette di buon
umore e soprattutto ho incontrato Lei, che della storia dei Canapè conosce proprio
tutto!”
Giuseppe sorrise e prendendomi sottobraccio incominciò a parlare:
“ma tu vuoi conoscere la storia del parco nel periodo di fine ‘800, vero? Non dalle sue
origini… scommetto che a te interessa la storia del parco come luogo di competizioni
ciclistiche. So che stai organizzando, con degli amici, una ciclostorica, La
Francescana, che partirà proprio da Foligno. Chissà cos’altro ti è venuto in mente?”
Mi misi a ridere, ammettendo così che Giuseppe aveva colto nel segno e allora lui
con voce calma e stringendomi il braccio cominciò a parlare, conducendomi verso
uno di quei sedili in cotto, che tanta storia hanno già visto e tanta altra ne dovranno
vedere.
Da luogo dove venivano svolti i duelli (Campo di Francalancia, questo era il suo
nome) e poi luogo di sepoltura di ebrei nel medioevo, per almeno un paio di secoli
servì come luogo per buttare i rifiuti cittadini. Poi nel 1776 l’Amministrazione del
tempo varò un progetto di sistemazione delle mura castellane dalla Porta di Santa
Maria (attuale Porta Todi) alla Torre del Seminario (che oggi ospita un esercizio di
caffè-bar). Poichè da una perizia fatta la spesa per questo restauro sarebbe ammontata
a 1.000 scudi e non potendo la “Comunità sottoporsi a questa grave spesa” alcuni
notabili dell’epoca si proposero di risarcire detto restauro, purchè a ciscuno di loro
fossero accordati 15 piedi in dette muraglie, in modo da poter costruire un sedile, per
poterne usufruire in occasione delle corse dei cavalli che all’interno di quelle mura
era solito farsi, insieme ad altri divertimenti.
La proposta fu approvata e di quei sedili se ne costruirono circa 80. Il Parco divenne
così tanto importante che nel 1790 il Comune decise di ingrandirlo acquistando dei
terreni confinanti. Nel corso dell’800 i Canapè ospitarono di continuo manifestazioni
ippiche importanti, circhi, molti voli di palloni aerostatici.
Fu nel 1889 che per la prima voltà si parlò di ciclismo ai Canapè, allorchè il “Veloce
Club” che era stato fondato nello stesso anno chiese al Comune di poter organizzare
al Parco dei Canapè gare di velocità e resistenza, assumendo a proprio carico le spese
di sistemazione del tracciato e della realizzazione dei box per ospitare corridori e
meccanici.
Un interessante documento datato 1891, ci consente di stabilire che in quell’epoca,
avuto il benestare del Comune, il Veloce Club organizzava gare sull’anello dei
Canapè a livello nazionale e per questo aveva stanziato, per il triennio 1891-1893, la
bella somma di L.5000.
Poi i dirigenti per mettersi al riparo da eventuali deficit alla fine del triennio emisero
delle azioni del valore di L.20 ognuna che costituivano soltanto obbligazione di
garanzia; in altre parole le 20 lire dovevano essere pagate dai sottoscrittori soltanto se
le 5000 lire stanziate non fossero state sufficienti. A titolo di premio ogni azionista
aveva diritto al posto gratuito sulle tribune del parco, dietro presentazione dello
scontrino, quando si disputavano le gare.
Furono subito molto importanti le manifestazioni ciclistiche organizzate dal Veloce
Club e richiamarono concorrenti dall’Umbria e da molte altre Regioni e persino
dall’estero. Il Prof. Remo Coppini, nella sua “Historia Breve” del Veloce Club
Perugino, parla di un gran premio di velocità disputato ai Canapè nel 1892 e vinto
dall’idolo degli sportivi del capologo umbro, Giuseppe Evangelisti. Negli anni che
seguirono, l’appuntamento settembrino al Velodromo dei Canapè richiamò sempre più
campioni, anche d’oltralpe.
Si ricorda che oltre a Ganna e Galetti, vincitori dei primi Giri d’Italia, prese parte ad
una riunione anche il dominatore del Tour de France del 1907 e del 1908, il grande
transalpino Petit Breton.
Il “Velodromo dei Canapè” (così lo chiamarono per tanti anni i folignati) fu utilizzato
con questo scopo fino agli inizi degli anni ’30 ed oltre.
Il 15 e 16 agosto del 1925 ebbe luogo una riunione ciclistica alla quale parteciparono
alcuni corridori dilettanti ma anche un gruppo di corridori professionisti il cui
prestigio richiamò a Foligno tantissimi appassionati. Tra i professionisti si
presentarono il campionissimo Costante Girardengo, Gaetano Belloni, Luigi Mainetti,
Pietro Linari, Elio Bartoli, Antonio Candini. “La Fiamma” del 22 agosto 1925 scrisse
che “ha risposto all’appello del Veloce Club tra i più forti routier-pistards d’Italia (il
club non si preoccupò di affrontare fortissime spese per l’ingaggio dei professionisti,
pur di offrire alla città uno spettacolo di primissimo ordine). La stessa “Fiamma
riporta: inutile dire che Girardengo, per la prima volta a Foligno, è stato oggetto del
grande entusiasmo del pubblico, che lo ha calorosamente applaudito, quando con stile
perfetto imponeva la sua superiorità netta sugli avversari.
Un’altra importantissima riunione in pista ai Canapè fu organizzata nel 1929 alla
quale presero parte tra gli altri, lo stesso Costante Girardengo ed Alfonsina Strada,
l’unica donna che a tutt’oggi ha preso parte alla massima corsa nazionale, il Giro
d’Italia a tappe.
Il velodromo di Foligno anche allora non aveva le curve rialzate, ma era comunque
tenuto in modo da evitare che i corridori nelle curve finissero fuori tracciato. L’anello
era di 550 mt. Ed il fondo era in terra battuta.
Ufficialmente dal 1890, vi si tennero tantissime gare con premi che richiamavano
corridori dalla regione e fuori regione. Nel primo decennio di questo secolo, le corse,
quasi sempre programmate in settembre, si svolgevano sotto l’egida della federazione
che allora si chiamava Unione Velocipedistica Italiana con precisi regolamenti da
rispettare. Nella biblioteca di foligno è conservato un invito della quattro giorni
svoltasi dal 5 all’8 settembre 1909.
“Le Corse Ciclistiche Nazionali” – questa era l’intestazione – erano organizzate sotto
il patronato della Pro Foligno ed indette dal Veloce Club e dalla Scuola di Educazione
Fisica. C’era un comitato d’onore, un comitato esecutivo,e le commissioni a cui
spettavano compiti pratici ed organizzativi.
I corridori per partecipare alle gare pagavano una tassa (L. 2,50 i non classificati, L.3
per i tesserati U.V.I. E L.5 peri professionisti).
Le gare che vi si svolgevano erano la velocità (batterie di due giri per complessivi
1.100 metri con eventuale bella ed un tempo massimo di 4′); i giri erano 3 quando
gareggiavano i dilettanti con tessera federale. Per la specialità del mezzofondo i giri
da percorrere erano 18 per complessivi km 9.900, il tempo massimo 20′ e le gare
chiamate di resistenza si svolgevano su 36 giri per km 19.800 con il tempo massimo
di 40’. Per entrare nel velodromo il biglietto costava L.0,30 per la zona prato mentre i
posti in tribuna L. 1, L.2, e L.3.
I Canapè, oggi parco cittadino, mantengono inalterato il percorso ellittico del
velodromo, nel quale tanti campioni e amanti delle due ruote dalla fine dell’800 fino
al primo trentennio del secolo scorso ed oltre si cimentarono. I Canapè di Foligno
sono quindi da considerare un esempio unico in Italia di velodromo di fine ‘800 e uno
dei pochi ancora esistente. È forse l’unico in Italia in cui sono rimaste immutate le
antiche tribune in cotto. In italia, (tranne il velodromo delle Cascine di Firenze che
risale al 1870, ma che subì interventi decisivi nel 1894 e poi ancora negli anni
successivi) tutti i velodromi “antichi” risalgono ai primi anni del ‘900 (ad esempio
Vigorelli di Milano e Monti di Padova). Il più antico velodromo in Europa risulta
essere quello di Preston Park a Brighton (1877) in Gran Bretagna che ha una
lunghezza di 579 metri (1,900 ft) ed è oggi inserto in un bellissimo parco cittadino.
Il “Velodromo” dei Canapè ha una storia unica, che merita di essere ricordata e
ritrasmessa ai tanti giovani che amano la bicicletta “vero miracolo di equilibrio, di
grazia, di solidità e di praticità”.
Che bel racconto caro Giuseppe, di sicuro lo riscriverò e poi lo riproporrò per il
Bollettino della Pro Foligno, al quale so che tieni in modo particolare. E poi ti dico
anche un segreto; molte cose che mi hai detto stamattina, le conoscevo poichè lessi,
nel 1996, il tuo libro “Cento anni di ciclismo a Foligno” e probabilmente fu questa
lettura che mi fece venir voglia di raccogliere, da allora, le mie belle, vecchie
biciclette.
Grazie caro Giuseppe, sarà Iddio a dire quando ci rivedremo.
Bibliografia:
– Corse Ciclistiche Nazionali, Foligno 5-8 settembre 1909
– D. Angelo Messini, I Canapè – ricreazione storico sportiva, 1929
– Giuseppe Tardocchi, Cento anni di ciclismo a Foligno e nella Valle Umbra sud, 1996
– Lanfranco Cesari, Quando Girardengo veniva a correre ai Canapè, Gazzetta di Foligno 27 gennaio 2000

————————————————————————————————————————

 

IMG_20150907_230850 IMG_20150907_230708

 

Grande biciclettata a Ferrara questo week end l’ Estensina……per maggiori informazioni visita la nostra pagina facebook 

Evento patrocinato da Registro Storico Cicli !!!

l estensina

————————————————————————————
Appuntamento da non perdere questo week end …………

tutte le info qui  :http://www.girodellaromagna.net/bassa-romagna-storie-antiche-di-uomini-e-biciclette-30-agosto-2015/

11880292_794327857354457_479097329_n FB_IMG_1432184186043

————————————————————————————————————————-

 

la Parigi-Brest-Parigi Randonneur,

 

Qualche immagine del ” I Gladiatori del Nerone “

Pubblicato da I Gladiatori del Nerone su Martedì 4 agosto 2015

http://www.ilrestodelcarlino.it/pesaro/cagli-nerone-ciclismo-altri-tempi-1.1194616

 

Appuntamento da non perdere con ” I Gladiatori del Nerone “
10660150_378274362381448_680022811446402502_n11392815_378911755651042_165358857124179347_n

 

————————————————————————————————————————-

 

11094673_408479812665440_1799241741679585447_n

 

 

11403438_394233707431367_4221340830207433807_n

 

11217532_10153399388340359_8590830914749339340_n  ————————————————————————————————————————

image

 

 

————————————————————————————————————————-

 

FB_IMG_1431978606442 FB_IMG_1432234178473 Volantino 2 - pag 1_001

————————————————————————————————————————-

 

importante il regolamento

di seguito il link con tutte le info  http://www.lamattavintage.it/

evento fine maggio

 

 

———————————————————————————————————————–

11292719_751136275006949_1202080976_n

 

 

 

————————————————————————————————————————-

11157053_739628642824379_1176139484_o

 

————————————————————————————————————————-

CREMONA

————————————————————————————————————————

 

                         TWEDD RIDE MARRUCINO

Marrucino

w

per info : https://www.facebook.com/groups/528466193862039/

————————————————————————————————————————

 

    ” La Leonessa “

 

11100979_10206422045579070_650840600_n

 

https://www.facebook.com/groups/LaLeonessaCiclostorica/

————————————————————————————————————————-

Orgoglio pieghevole a Lugo !!!

per info https://www.facebook.com/pages/Orgoglio-Pieghevole/647264478669713

11041228_10204295236926974_5799861571737804978_n     10994460_10206415425014749_6261189800048013104_n

 

————————————————————————————————————————

 

 

 

Diapositiva1

 

etrusca

 

 

https://www.facebook.com/letruscaciclostorica?fref=ts

————————————————————————————————————————

reggio emilia

 

————————————————————————————————————————

 

10979454_697820000338577_1803569977_n11016813_10205244834832792_3455435911818636906_n

...Domenica 22 MARZO ore 10.00 Villa Comunale CHIETI:

“GRAZIELLOPOLI”

Info ed iscrizioni: 340.5360199  WALTER

https://www.facebook.com/groups/528466193862039/


 

mostra_scambio_28_02-01_03_busto_arsizio


 

NOVEGRO “ MOSTRA SCAMBIO “ Edizione invernale

Novegro Febbraio 2015

La Mostra-Scambio di Auto, Moto e Ciclo d’Epoca è una delle più importanti Rassegne che si svolgono nel Parco Esposizioni Novegro ed è stabilmente collocata ai vertici della classifica degli eventi di questo genere a livello nazionale.

Molto conosciuta dagli stranieri, in particolare tedeschi e francesi, il cui numero aumenta di anno in anno conferendo alla Rassegna un profilo decisamente europeo, la Mostra-Scambio racchiude nel modo più composito e colorato le tradizioni motoristiche, ormai più che trentennali, del Parco Esposizioni.
Oggi sono più di 600 gli espositori che stabilmente frequentano la Mostra-Scambio e più di 30.000 persone quelle che ogni volta la visitano.

Della Mostra-Scambio di Auto, Moto e Ciclo d’Epoca si tengono all’anno tre edizioni: due, a febbraio e a novembre, maggiormente rivolte alla moto e una, a maggio, in concomitanza con Autocollection, prevalentemente indirizzata all’auto.

Quanto alla bicicletta, che si è conquistata uno spazio significativo a febbraio, sta crescendo in attenzione ed interesse di edizione in edizione.

Nell’ambito della Mostra-Scambio, che ogni volta occupa una superficie di 15.000 mq. al coperto e più di 60.000 mq. all’ aperto, viene tradizionalmente allestita una tematica di grande richiamo storico avente oggetto i miti del passato.

Ingresso:  intero € 10.00 ridotto € 7.00  gratuito bambini fino a 12 anni
Orario:   venerdì dalle 12.00 alle 18.00 –  sabato dalle 8.00 alle 18.00
domenica dalle 8.00 alle 17.00
contatti: mostrascambio@parcoesposizioninovegro.it


pesaro febbraio 15
PESARO “ 42° MOSTRA SCAMBIO AUTOMOTOCICLO D’EPOCA “

Torna a Pesaro una delle mostre scambio di auto e motociclo d’epoca più attese del circuito nazionale.Nei giorni 7 e 8 febbraio 2015 si svolgerà la 42° “Mostra Scambio Automotociclo d’epoca” presso la Fiera di Pesaro, uno dei maggiori eventi del settore nel centro Italia.La manifestazione si svolgerà all’interno del quartiere fieristico di Pesaro,facilmente raggiungibile ed a soli 500 mt dall’uscita di Pesaro-Urbino dell’Autostrada A14.Sarà impegnata una superficie espositiva di 15.000 mq, completamente al chiuso e fornita da diffusi servizi nonché da ampi parcheggi gratuiti.La mostra scambio “Automotociclo d’epoca” rappresenta un punto d’incontro per gli appassionati del settore motoristico delle due e quattro ruote che intendono cimentarsi nella ricerca di ricambi introvabili, prestigiosi pezzi da collezione, vetture e motocicli che hanno fatto la storia della meccanica motociclistica.L’appuntamento di Pesaro richiama ogni anno gli appassionati del settore che  si ritrovano in fiera per sfoggiare i loro ultimi restauri.All’interno della Mostra si possono trovare oltre a moto e auto anche ricambi, macchine, riviste specializzate, foto, poster d’epoca e qualunque cosa riguardi il settore della meccanica motoristica d’epoca.Per la quarantaduesima edizione sarà presente all’interno del padiglione B una prestigiosissima esposizione di auto d’epoca.Non sarà da perdere quindi questa importante opportunità per poter stare a contatto diretto con le moto e auto del passato.

L’appuntamento è fissato quindi per i giorni 7 e 8 febbraio al quartiere fieristico Campanara di Pesaro, via delle esposizioni 33, Pesaro (PU).

L’accesso ai visitatori è previsto con orario continuato per i giorni di sabato  dalle 8:30 alle 18:00 e domenica dalle ore 8.30 alle ore 16.30 ad un prezzo d’ ingresso di 8 euro.Gli espositori prenotati potranno iniziare ad allestire i loro stand già da venerdì 6 febbraio, a partire dalle ore 13:00.
Per informazioni:Tel./fax: 0541 731096   Cell. 347 1844267   email: mostrascambiopesaro@libero.it